I 20 temi

Tema
7/20
 

Migliorare la qualità dei servizi pubblici (come i trasporti) privatizzandoli, anche a costo di un innalzamento dei prezzi.

Fra le funzioni principali di un'amministrazione comunale c'è quella di fornire servizi ai propri cittadini. Servizi "volti a garantire il godimento dei diritti della persona, costituzionalmente tutelati, alla vita, alla salute, alla libertà ed alla sicurezza, alla libertà di circolazione, all'assistenza e previdenza sociale, all'istruzione ed alla libertà di comunicazione" (legge 12 giugno 1990, n. 146). Proprio per queste caratteristiche, questi servizi sono stati affidati al settore pubblico, che per definizione dovrebbe garantirne l'accesso a tutta la cittadinanza. A volte però, per incapacità o mancanza di risorse, questi servizi vengono affidati a società private che, ovviamente, devono rispondere anche ad altro oltre che all'interesse pubblico.

Pro Molti comuni italiani, specie fra i più grandi, hanno bilanci di gestione pieni di debiti. Questo rende a volte impossibile fornire ai cittadini i servizi necessari. Che senso ha pretendere di offrire un servizio pubblico a tutti quando in realtà il servizio è pessimo per tutti, se non addirittura assente? Se privatizzare è l'unico modo per assicurarsi un corretto funzionamento, ben venga, anche a costo di un innalzamento dei prezzi. In alcuni comuni, specie nei trasporti, il "minimo sindacale" non è garantito, così le città sono poco vivibili e meno attrattive per turisti e studenti.

Contro Le società private non agiscono nell'interesse della collettività. Affidare loro la gestione di servizi basilari come il trasporto è un fallimento per un'amministrazione comunale. Il rischio è che il gestore privato non si faccia carico per esempio delle tratte meno remunerative ma comunque utili ad alcune fasce della popolazione, spesso per altro più deboli, come gli anziani. Garantire a tutti i servizi indispensabili è un dovere del settore pubblico.

La posizione dei nostri 2.638 utenti sul tema
Le percentuali non sono statisticamente significative
AMURA
AMURA
Molto contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
è dimostrato il contrario... siamo contrari ad ogni forma di privatizzazione dei servizi pubblici anche a quelle perseguite facendo degradare e fallire le Aziende pubbliche che resistono, come hanno realizzato le giunte De Magistris con la ATN...
BRAMBILLA
BRAMBILLA
Molto contrario/a
DE MAGISTRIS
DE MAGISTRIS
Tendenzialmente contrario/a
ESPOSITO
ESPOSITO
Tendenzialmente contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
Prima di pensare alle privatizzazioni che eventualmente si possono realizzare per creare nuovi tratti di trasporto urbano, cercheremo di migliorare il servizio, meno dirigenti super stipendiati e più controlli sul campo... (le strategie in campo dipenderanno dalle scelte economiche, dalla sostenibilità e dalla qualità del servizio)
LETTIERI
LETTIERI
Contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
Napoli è una città bloccata dal traffico per una serie di ragioni. Per questo abbiamo immaginato un piano sblocca traffico che ci permetterà di avere una città più veloce e senza stress. Negli ultimi cinque anni gli autobus in circolazione sono stati più che dimezzati e quelli rimasti sono sempre più vecchi, sporchi ed inquinanti. Noi raddoppieremo il parco mezzi in circolazione, raddoppiando anche le corse. Non solo. Acquisteremo autobus ecologici, accessibili ai diversamente abili, e dotati di wi-fi integrata. Sarà necessario anche intervenire sulla metropolitana. Oggi l'attesa può arrivare anche a venti minuti, un tempo paradossale per una città europea come Napoli. Dimezzeremo i tempi di attesa aumentando il numero delle corse.
VALENTE
VALENTE
Tendenzialmente contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
Privatizzare non un tabù, ma bisogna sempre partire dalle esigenze dei cittadini. E tra queste, soprattutto in una città come Napoli, vi è anche la questione delle tariffe