I 20 temi

Tema
3/20
 

Incentivare car-sharing e trasporto privato senza licenza, i cittadini devono poter scegliere liberamente di quale servizio usufruire.

La sharing economy è sempre più diffusa nel nostro paese. Viaggi, case, mezzi di trasporto: ormai applicazioni e servizi si diffondono a macchia d'olio. Nelle grandi città hanno particolare successo il car-sharing (enjoy, car2go, ecc) e il trasporto privato senza licenza (uber). Servizi innovativi ma spesso oggetto di polemiche, specie da parte delle categorie che forniscono servizi pubblici o che svolgono il loro mestiere con licenza rilasciata tramite concorso dai comuni. Per fare un esempio, gli scioperi dei tassisti (con relative proteste dei sindacati), hanno infuocato il dibattito intorno a servizi come uber.

Pro Queste novità di applicazioni e servizi rendono le nostre città più vivibili e più smart. È inutile cercare di limitare e/o contrastare le nuove forme di mobilità. Ed e innegabile che in città in cui il trasporto pubblico è lacunoso e mal gestito, queste realtà siano un paracadute fondamentale per studenti, lavoratori e cittadini in generale. È perciò quantomeno doveroso che le amministrazioni comunali si spendano (con energie e soldi) per incentivare queste forme di trasporto.

Contro Pensare che i comuni debbano incentivare queste forme di trasporto è un controsenso. Da un lato si dimostra la sconfitta da parte delle amministrazioni nel fornire ai cittadini un appropriato servizio pubblico di trasporti, dall'altro si favoriscono con soldi pubblici forme concorrenti di trasporto privato. Finché il comune non riesce a fornire un servizio pubblico degno, ed accessibile a tutti i cittadini, non ha senso che si spenda per queste alternative.

La posizione dei nostri 2.638 utenti sul tema
Le percentuali non sono statisticamente significative
AMURA
AMURA
Molto contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
è l'ennesimo tentativo di affidare i servizi collettivi alle grandi lobby finanziarie, colpendo le gestioni pubbliche e quelle dei piccoli operatori... il liberismo procura solo profitti, aumenta i costi e regala pezzi del trasporto pubblico ai privati... un servizio privatizzato che, dalla Metropolitana di Londra alla SITA in Campania, è sempre peggiorato rispetto alla gestione pubblica...
BRAMBILLA
BRAMBILLA
Favorevole
DE MAGISTRIS
DE MAGISTRIS
Tendenzialmente favorevole
ESPOSITO
ESPOSITO
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
sempre ché il tutto non vada a ledere i diritti acquisiti dei tassisti napoletani, che lavorano in tante difficoltà in una citta congestionata dal traffico. Faremo un attento studio sul fenomeno, soprattutto dopo l'analisi degli spostamenti dei flussi cittadini daremo risposte più chiare in merito. Certamente, la nostra amministrazione lavorerà per una viabilità più eco-sostenibile
LETTIERI
LETTIERI
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Tutte le iniziative che possono andare incontro ai cittadini sono ben accette, purchè non danneggino le categorie che già lavorano nel settore. Su questo argomento è bene però, prima di decidere, aprire un confronto con la cittadinanza.
VALENTE
VALENTE
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
A patto che si tuteli chi fa attività di libero trasporto