I 20 temi

Tema
2/20
 

Garantire a tutte le comunità religiose della città adeguati luoghi di culto, ove necessario attraverso la costruzione di nuovi edifici.

La libertà religiosa è un principio costituzionale, regolato da vari articoli (3, 7, 8, 19, 20, 21, 117). Lo stato italiano è laico e in quanto tale deve assicurare a ogni confessione religiosa lo stesso trattamento. Lo stato stipula con ciascuna dei concordati (art. 8) in cui da un lato sancisce il diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, dall'altro il dovere di rispettare l'ordinamento italiano. Tutte le principali religioni in Italia hanno stipulato un concordato con lo stato italiano, tranne l'Islam (questa situazione è data dallla mancanza di una forma associativa chiaramente rappresentativa della maggioranza dei musulmani in Italia). Negli ultimi anni, vista l'ondata di terrorismo islamico di natura radicale, sono stati molti i dibattiti sull'apertura di nuove moschee sul suolo italiano.

Pro Ogni religione in Italia ha diritto di esistere. Dare la possibilità a tutte le confessioni di costruire i propri edifici di culto è un dovere del nostro stato. Inoltre, visto il momento storico che viviamo, esasperare il clima non gioverebbe a nessuno. Il radicalismo nasce proprio quando alcune comunità vengono "ghettizzate", senza dare loro la possibilità di professare liberamente il proprio credo.

Contro Il diritto di professare la propria religione è bilanciato dal dovere di rispettare le leggi dello stato italiano, lo dice la nostra costituzione (art. 8). I luoghi di culto adeguati, anche nuovi, vanno perciò assicurati solo alle comunità che rispettano l'ordinamento giuridico del nostro paese. In aggiunta, negli ultimi tempi i luoghi di culto di alcune religioni stanno diventando scuole di formazione per il terrorismo radicale, un elemento che potrebbe mettere in pericolo la sicurezza degli italiani.

La posizione dei nostri 2.641 utenti sul tema
Le percentuali non sono statisticamente significative
AMURA
AMURA
Molto contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
i culti religiosi per i comunisti rientrano nella sfera dei diritti individuali, da rispettare e tutelare, ma non da foraggiare con denaro pubblico... il vero problema collettivo, per esempio per gli immigrati di religione musulmana, non è la costruzione di una moschea, bensì il riconoscimento pieno dei diritti sociali, a partire dai diritti sul lavoro...
BRAMBILLA
BRAMBILLA
Tendenzialmente favorevole
DE MAGISTRIS
DE MAGISTRIS
Favorevole
ESPOSITO
ESPOSITO
Favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
L'ecumenismo è per noi un discorso importante, il dialogo intereligioso pure, ci deve essere così come ci insegna Papa Francesco e la chiesa cattolica rispetto delle fedi e rispetto della diversità. Evidentemente Napoli con il suo grande carisma spirituale accoglierà i cittadini del mondo e promuoverà l'integrazione sociale nel rispetto che si deve a tutti gli uomini di qualsiasi età, razza e religione.
LETTIERI
LETTIERI
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Napoli è una città accogliente, tutti i popoli di ogni cultura e religione devono sentirsi a casa, questo ovviamente nel reciproco rispetto.
VALENTE
VALENTE
Favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Dialogando con le comunità locali