I 20 temi

Tema
9/20
 

Decentrare il potere a favore dei municipi/circoscrizioni, affidandogli la gestione dei servizi e delle relative tasse.

Le città con oltre 100.000 abitanti hanno l'obbligo di istituire le cosiddette "circoscrizioni di decentramento comunale". Organismi a cui il comune può delegare la gestione dei servizi per specifici quartieri o frazioni. Come sancito dal decreto legislativo 267 del 2000 (art. 17) l'organizzazione e le funzioni delle circoscrizioni sono disciplinate dallo statuto comunale. Le circoscrizioni sono dotate di propria soggettività, ma prive di personalità giuridica. Nelle grandi capitali europee (come Parigi e Londra) i distretti municipali hanno molti più poteri, a volte gestendo direttamente anche i servizi pubblici.

Pro Sono almeno due i motivi per cui è necessario decentrare a favore di municipi e circoscrizioni. Innanzi tutto i cittadini spesso non sanno a chi rivolgersi per risolvere eventuali problemi, dalla manutenzione delle strade alla gestione degli asili nido. Inoltre decentrare il potere permette di gestire meglio la città, e avvicina gli amministratori ai cittadini. Soprattutto nei comuni più grandi, in cui i problemi e le rispettive soluzioni variano da un quartiere all’altro, una risposta centrale e unica non può essere efficace. Decentrare è l’unica soluzione per avere servizi migliori e circoscrizioni governate meglio. Il sindaco e il comune devono diventare i coordinatori che stabiliscono le linee guida generali e per il resto lasciano spazio ai municipi

Contro Decentrare il potere verso le circoscrizioni creerebbe ulteriore confusione. L’assetto attuale è perfettamente valido perché così sindaco e giunta hanno il pieno controllo sulle decisioni importanti per la città. ”Raddoppiare” i vertici decisionali creerebbe confusione su chi è direttamente responsabile per specifiche aree di intervento. E soprattutto renderebbe più difficile stabilire la responsabilità politica di certe decisioni. Responsabilità che spesso deve prendersi il sindaco. C’è infatti anche una questione di rilevanza politica di chi ricopre certe posizioni. Il primo cittadino nelle grandi città è spesso una figura di rilievo nazionale, mentre i presidenti di circoscrizioni sono figure della politica locale. Per prendere certe decisioni ci vogliono personalità con esperienza e schiena dritta.

La posizione dei nostri 2.638 utenti sul tema
Le percentuali non sono statisticamente significative
AMURA
AMURA
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
il tutto però accompagnato da forme efficaci di controllo popolare e dei lavoratori...
BRAMBILLA
BRAMBILLA
Favorevole
DE MAGISTRIS
DE MAGISTRIS
Tendenzialmente contrario/a
ESPOSITO
ESPOSITO
Molto contrario/a Leggi il commento del candidato sindaco
è evidente che finché non ci saranno giusti equilibri di crescita economica e di opportunità tra una municipalità e l'altra, sarà un discorso improponibile
LETTIERI
LETTIERI
Molto favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Per come sono organizzate oggi le municipalità gravano solo sul bilancio comunale e sulle tasse dei contribuenti. E' necessaria una riorganizzazione ed in questo sono favorevole ad affidare maggiori poteri a questi enti.
VALENTE
VALENTE
Tendenzialmente favorevole Leggi il commento del candidato sindaco
Favorevole a un decentramento di alcune fuznioni e servizi verso le Municipalità, ma la programmazione e il controllo deve restare al Comune